NURAGHE LOELLE (BUDDUSO’)

 

 

NOTIZIE TRATTE DAL SITO WWW.ILPORTALESARDO.IT

 

 

Accesso - Da Buddusò si percorre la strada per Bitti s.s. 389 sino al km. 45, qui si svolta a sinistra e a 50 m. dalla strada si vede il nuraghe, vicino al quale si trovano alcune capanne circolari e due tombe dei giganti che si possono visitare.

 

Descrizione - Il nuraghe Loelle, uno dei meglio conservati della zona, è situato a 794 m. di altitudine, addossato ad un affioramento di roccia granitica di cui sfrutta il sostegno. E' una grande costruzione granitica con pianta trilobata, esempio di connessione fra la tipologia a tholos (cioè con copertura a falsa volta) e quella a corridoio. Dall'ingresso principale si accede alla scala, situata a destra, che porta al piano superiore; qui si prosegue lungo un corridoio che percorre la struttura nel senso della larghezza, e dal quale è possibile accedere, salendo alcuni gradini, alla torretta d'avvistamento, di cui si conservano alcuni filari. Proseguendo fino alla fine del corridoio si entra in una camera, da cui una scala che scende porta ad un vano di forma allungata. Il piano inferiore della torre principale non è attualmente accessibile, ma è possibile che l'ingresso fosse dall'alto, e oggi sia coperto da terra e macerie. Dall'esterno, un ingresso secondario conduce ad un'altra camera, parzialmente costruita ma che in gran parte sfrutta la formazione rocciosa naturale. Questa camera probabilmente veniva utilizzata dagli abitanti come ripostiglio per le derrate alimentari.
Nei pressi del grande nuraghe si trovano i resti di un villaggio nuragico, due tombe dei giganti e un dolmen. Il sito nuragico è databile tra l'Età del Bronzo recente-finale, e l'Età del Ferro.